Forex Broker Trading: che cos’è un PIP?

By | April 18, 2016

forex

Quando vi interfaccerete per la prima volta con il mondo del Forex, sentirete presto parlare di PIP: cosa significa questo acronimo, che è uno dei più importanti nel mondo del Forex Broker Trading?

Innanzitutto, l’acronimo: PIP sta per Price Interst Point, ovvero il punto di intersezione dei prezzi. Nel mondo del Forex, sta per unità minima di variazione dei prezzi: una variazione di 1 PIP è la minima variazione possibile fra una coppia di valute che è possibile tradare sui broker del settore.

Un PIP, quindi, non ha un valore assoluto in se: il valore del PIP è dato dalla posizione aperta nella piattaforma di trading forex, e corrisponde appunto al minimo movimento che il cambio può fare, sia in ribasso che in rialzo. Un esempio specifico: se la coppia EUR/USD è fissato in un dato momento a 1,4343, e passa in un lasso di tempo al valore di 1,4340, si è avuto un decremento di 3 PIP. In caso in cui il nuovo valore fosse stato 1,4346, invece, si avrebbe avuto un incremento di 3 PIP. In questa coppia, quindi, 1 PIP corrisponde ad una variazione nella quarta cifra decimale. Ma, come dicevamo, il PIP non ha un valore assoluto: nella coppia EUR/JPY, ad esempio, 1 PIP corrisponde ad una variazione della seconda cifra decimale, essendo il valore dello Yen giapponese basato, appunto, su questo ordine di valori.

In termini di monetizzazione sul broker, quanto vale però 1 PIP?

Ovviamente, questo dipende dal moltiplicatore scelto dagli accordi fra voi e il vostro broker. Solitamente, il valore di 1 PIP corrisponde in maniera proporzionale al size della vostra posizione: per un lotto da 100.000 dollari, ad esempio, il valore di 1 PIP è pari a 10$; per una posizione da 10.000 dollari, il valore scenderà a 1$; e via via, per un valore di 5.000 e 1.000 dollari varrà rispettivamente 0,50$ e 0,10$.
Una volta capito questo ragionamento, è facile calcolare il vostro profitto e la vostra perdita nel mondo del Forex: occorre semplicemente verificare il valore attribuito al PIP, sottrarre la % di commissione del vostro broker, e moltiplicare il valore di incremento o di riduzione in PIP del cross che avete appena negoziato. In questo modo, avrete immediatamente il risultato della vostra operazione.

Non bisogna dimenticare che i broker forex applicano, a seconda dei casi, una commissione sulle operazioni oppure uno spread sulla quotazione del cross. Anche se può sembrare che tra le 2 opzioni ci siano poche differenze in realtà non è affatto così e, pertanto, ti invito davvero a tenerlo ben presente e fare le tue valutazioni. Non a caso questa è una cosa da valutare quando scegli tra i migliori broker forex quello che fa al caso tuo. 

Il costo delle operazioni, infatti, può andare ad incidere pesantemente sulla redditività delle tue operazioni e può fare la differenza per determinare la strategia o il fallimento della tua attività di trading.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *